Vacanze in moto: Danimarca e Olanda

Vacanze in moto in Danimarca e Olanda

Vi racconto le mie vacanze estive in Nord Europa, un viaggio in moto che abbiamo percorso attraversando la Germania per raggiungere la Danimarca e l'Olanda. Questo è il mio piccolo diario di viaggio, con i luoghi più belli e interessanti che abbiamo visitato in questi 11 giorni di vacanza.


Giorno 1: Padova - Norimberga

Siamo partiti da Padova alle 8.30, la temperatura è ideale, ci sono circa 24 gradi. Dopo 10 ore siamo arrivati a Norimberga, in Germania, prima tappa di trasferimento del nostro lungo viaggio in moto. Abbiamo soggiornato all’hotel H+ Norimberga, carino e appena fuori l’autostrada. Un albergo con camere da circa 80 € a notte, prenotato tramite Booking, incluso di colazione e parcheggio privato. L’albergo ha anche una birreria aperta fino alle 22, con un menù di cibo locale. Noi abbiamo preferito cenare con un buonissimo gelato e abbiamo fatto una breve passeggiata a piedi per il centro del quartiere per sgranchirci le gambe dall’intenso viaggio. Stanchi dopo questi primi 700 km ma felici per esserci avvicinati alla nostra meta. Durante il percorso abbiamo attraversato il Brennero, il ponte d’Europa e Monaco, facendo anche picnic in un'area di sosta con l'insalata di farro che avevamo portato da casa, un modo per essere più liberi di fermarci dove e quando preferivamo. 



Vacanze in moto: Norimberga

Vacanze in moto: Norimberga

Vacanze in moto: Norimberga

Vacanze in moto: Norimberga

Vacanze in moto: Norimberga


Giorno 2: Norimberga - Bispingen 

La partenza del secondo giorno è stata più soft rispetto alla precedente, dopotutto siamo in vacanza... abbiamo lasciato Norimberga, dopo un’abbondante colazione fatta con calma, e ci siamo diretti a nord per raggiungere Bispingen, dove abbiamo alloggiato per una notte al Bockelmann Hotel, molto carino in una bella posizione tranquilla, struttura immersa nel verde della campagna, a pochi passi dal centro di Bispingen dove ci sono diversi ristoranti e gelaterie. Le camere sono spaziose, con a disposizione la macchina per preparare del caffè, the o una tisana. La sera abbiamo cenato alla birreria dell’albergo con una gustosa bistecca con le patatine fritte! 


Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Vacanze in moto: Bispingen

Claudia Mazzaro



Giorno 3: Bispingen - Kolding

Siamo partiti da Bispingen e prima di lasciare la Germania ci siamo fermati alla Das Verruckte haus, la casa rovesciata. Sedie, tavoli, wc, lampade e armadi sono appesi al soffitto, la casa è stata progettata con grande attenzione ai dettagli. Ci siamo divertiti a fare delle foto che sembravano scattate a testa in giù! 


Viaggi in moto: Das Verruckte haus

Viaggi in moto: Das Verruckte haus

Viaggi in moto: Das Verruckte haus


Dopo la prima sosta alla casa rovesciata, abbiamo proseguito verso nord e affrontato una tappa decisamente lunga, seguendo il percorso indicato sul navigatore, una lunghissima tratta su una strada quasi deserta che alterna la campagna e fitti boschi, con poche stazioni di servizio (non aspettatevi di trovare con frequenza benzinai dove fare riferimento e shop con panini e bibite), attraversando le famose autostrade Autobahn tedesche senza limiti di velocità. Le strade sono ben tenute, ampie e pulite (riusciamo ad arrivare sani e salvi, nonostante la guida sportiva di molti tedeschi…noi abbiamo mantenuto comunque una buona andatura, ma non troppo, per via dei pesanti bagagli). Una giornata molto calda, temperature che non ti aspetti al nord Europa, dato che qui di solito piove spesso e le temperature sono solitamente più miti. Dopo oltre 600 chilometri percorsi, si conclude il nostro trasferimento on the road, lasciando la Germania per iniziare la nostra avventura in Danimarca. Una breve sosta per pranzare, e il primo contatto con le monete Danesi, che avevo scambiato per gettoni...


Viaggi in moto: Danimarca

Viaggi in moto: Danimarca

Viaggi in moto: Danimarca

Claudia Mazzaro

Viaggi in moto: Danimarca


Siamo quindi arrivati a Kolding, il nostro campo base in Danimarca, dove abbiamo alloggiato per tre notti al Comwell hotel. Ad 1 km dal centro storico, si è rivelato un punto di partenza strategico per le escursioni che avremmo fatto nei giorni successivi. È ormai pomeriggio e il sole inizia lentamente a scendere, veniamo accolti da un bellissimo tramonto, l’atmosfera è splendida e ci fermiamo fino a sera ad ammirare l'orizzonte, incantati dal castello che si riflette sulle acque del lago. Trascorriamo il resto della serata esplorando in lungo e in largo la cittadina, non è così grande e riusciamo a visitarla con facilità muovendoci a piedi. La lunga giornata si è conclusa a cena da Rafaels ristorante pizzeria. Il locale all’interno è davvero accogliente e curato e dispone anche di uno spazio esterno. Abbiamo mangiato una pizza margherita e una buonissima fetta di tiramisù. Yummy! Una delle cene più care di tutto il viaggio ma ne è valsa davvero la pena. Torniamo in albergo, la lunga giornata si conclude con un bagno caldo e una sauna, pianificando gli itinerari delle giornate successive. 


Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding

Vacanze in moto: Kolding

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Claudia Mazzaro

Claudia Mazzaro

Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Kolding Danimarca

Kolding Danimarca

Vacanze in moto: Kolding Danimarca



Giorno 4: Rubjerg Knude

Ci svegliamo con il sole e il cielo azzurro (in quella che è stata meteorologicamente un estate più che inaspettata in Danimarca). Dopo una fantastica colazione con the, pancake, pane, burro e marmellata... decidiamo di spostarci verso Nord per esplorare la costa. Oggi siamo diretti al mare, andiamo a Lønstrup e al faro Rubjerg Knude affacciato sul mare del nord, a circa 260 km di distanza da Kolding.

Nello Jutland, sulla costa del mare del nord, c’è un faro di pietra bianca abbandonato che sorge su una scogliera frastagliata nei pressi della città di Lønstrup, il faro più vecchio della penisola. Fu costruito nel 1900 e poi smise di funzionare nel 1968 a causa delle dune di sabbia. Nel 2019 viene poi spostato per via dell’erosione della scogliera nell’entroterra. Si può arrivare con il proprio mezzo, c’è un parcheggio abbastanza grande e gratuito; ci mettiamo un paio di scarpe comode e percorriamo il sentiero, ad aspettarci una bellissima spiaggia con alte dune di sabbia color miele contornata da un oasi verde e rigogliosa. Trascorriamo una bellissima giornata, facciamo una visita salendo le scale a chiocciola fino in cima al faro per goderci una vista stupenda da togliere il fiato! Lungo la costa sono ancora visibili i resti della collocazione originaria del faro, e basta sporgersi un pochino per vedere tutta la spiaggia, una lunga lingua di sabbia che si incontra con il mare. 


Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Claudia Mazzaro

Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca

Vacanze in moto: Rubjerg Knude Danimarca


Ci spostiamo ancora più a nord in una stretta insenatura della costa, dove c’è un piccolo villaggio di pescatori, Lønstrup. Per visitare il villaggio abbiamo lasciato la moto in uno dei parcheggi e attraverso un breve percorso pedonale che costeggia la costiera siamo arrivati al centro del paese, che si sviluppa attorno alla meravigliosa baia. Nella sua semplicità è forse uno dei punti più pittoreschi e caratteristici della penisola, con i tipici edifici dai colori dell’arcobaleno, vicoli stretti con deliziosi caffè e negozi (uno più bello dell’altro, ho preso una bellissima cartolina ricordo). Abbiamo fatto una bellissima passeggiata prendendo un sentiero che sale sulla scogliera dove abbiamo ammirato il mare e il paese dall’alto, un sentiero che prosegue fino a raggiungere nuovamente la spiaggia. Al calare della marea le barche del porticciolo restano appoggiate alla sabbia, in attesa che risalga per tornare a galleggiare. È davvero un luogo pieno di magia... chissà quando mi ricapiterà di tornarci, ma dobbiamo salutare Lønstrup, con la promessa di ritornarci prima o poi! 


Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca

Vacanze in moto: Lønstrup Danimarca



Giorno 5: Copenaghen

Proseguiamo il nostro viaggio in Danimarca in moto on the road e per il quinto giorno il nostro obbiettivo è visitare Copenaghen. Facciamo colazione mentre impostiamo il navigatore segnandoci tutti i luoghi di Copenaghen che non vogliamo perderci.  Di nuovo in sella, partiamo. Altra giornata impegnativa, ci aspettano circa tre ore di viaggio per raggiungere la capitale danese, anche attraversando il mitico e lunghissimo ponte Storebæltsbroen. Finalmente, eccoci a Copenaghen! Con un solo giorno a disposizione abbiamo deciso di visitare solo alcuni posti, quelli che ci ispiravano di più. Un itinerario di un giorno a Copenaghen, a piedi.


Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca



La sirenetta, simbolo della città: la scultura è situata all’ingresso del porto di Copenaghen, si trova sul lungofiume di Langelinie, seduta su uno scoglio con lo sguardo verso il mare. La sirenetta scruta l’orizzonte in attesa del suo principe azzurro, la piccola statua di bronzo raffigura la protagonista di una delle più famose fiabe dello scrittore danese Hans Christian Andersen nel momento della sua trasformazione, mentre la sua lunga coda di sirena lascia il posto a due gambe umane. La sua bellezza sta nella semplicità... ma è anche un luogo decisamente turistico, e abbiamo dovuto farci spazio tra la gente, accalcata per fotografarla. Io mi sono accontentata di una foto in lontananza.


Claudia Mazzaro


La fontana di Gefion: a due passi dalla sirenetta lungo la passeggiata pedonale che costeggia il mare si trova la fontana di Gefion. La fontana rappresenta un antica leggenda, la creazione dell’isola di Selandia su cui si trova Copenaghen. Gefion, antica dea germanica della vegetazione e della fertilità, ha chiesto al Re di Svezia un pezzo del suo regno. Il Re le promise quindi di donarle una terra tanto grande quanto il terreno che lei sarebbe riuscita ad arare in una notte. La Dea non esitò a trasformare i propri figli in buoi per ottenere queste terre. Proprio accanto alla fontana di Gefion si trova la chiesa St Alban Church, l’unica chiesa anglicana della città. 


Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca


Kastellet: subito dopo la visita alla sirenetta abbiamo raggiunto la fortezza di Kastellet, un’antica fortificazione militare, formata da alcune case e caserme di colore rosso, circondata da argini e da un fossato e un bellissimo parco aperto al pubblico a forma di stella. Oggi viene utilizzata dall’esercito danese e ai visitatori è consentito passeggiare e ammirare lo splendido mulino a vento e alcune postazioni storiche con i cannoni. Ci sono due entrate principali da cui accedere: la porta del Re sul lato sud, di fronte alla città, e la porta della Norvegia sul lato Nord della fortificazione. Ingresso libero, dalle 6 alle 22. 


Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca


Nyhavn, il vecchio porto: è il porto antico della città, zona storica attraversata da un canale nel quale sono ormeggiate barche in legno, con le caratteristiche case colorate che si riflettono nell’acqua. Circondata da molti caffè e ristoranti con i posti a sedere all’aperto, è uno degli angoli più fotografati della città. Passeggiando lungo il porto, incontriamo sui marciapiedi dei tappeti elastici a disposizione dei passanti, non ci abbiamo pensato due volte, ci abbiamo saltato subito dentro e ci siamo divertiti tantissimo. Raggiungiamo poi Kongens Nytorv, la piazza principale di Copenaghen, dove al centro si trova una statua equestre, su cui si affacciano diversi edifici storici. Abbiamo continuato la nostra passeggiata tra i vicoli della città, ed è stato bello anche se la città era un po’ troppo affollata per i miei gusti.


Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Claudia Mazzaro


Rundetarn, la torre rotonda: un punto di vista unico su Copenaghen, è un luogo davvero affascinante. La torre Rundetarn è caratterizzata da una rampa elicoidale che rende la salita piacevole, con numerose finestre dalle quali sbirciare angoli della città. A metà della torre si trova la sala della biblioteca, oggi sede di mostre, mentre dalla cima si gode di un panorama a 360 gradi sui tetti di Copenaghen. La torre è stata costruita a metà del 1600 nel cuore del centro storico di Copenaghen, in origine la sua funzione era quella di osservatorio astronomico. Un punto panoramico imperdibile. L'ingresso è a pagamento.


Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca

Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca



Il Castello di Rosenborg: abbiamo proseguito la nostra passeggiata per raggiungere il Castello di Rosenborg, lussuosa dimora circondata da bellissimi giardini con prati verdi e fioriti di rose, fossati e ponti. Il castello è stato residenza dei reali danesi, oggi invece è sede del museo più importante della famiglia reale. Qui hanno luogo ogni giorno le cerimonie del cambio della guardia. Noi abbiamo deciso di non visitare i suoi interni ma di fare una bella passeggiata nei giardini, ( kogens have) i più antichi giardini reali in Danimarca che circondano il palazzo. Ci siamo persi tra i colori e i profumi del parco, e abbiamo ammirato il palazzo reale dall’esterno, da ogni angolazione. Ingresso libero ai giardini e allo spazio esterno del castello, ingresso a pagamento per gli spazi interni del castello. 


Vacanze in moto: Copenaghen Danimarca


È stata una giornata piuttosto impegnativa, Copenaghen è una città ricca di cose da fare e vedere. Il centro storico pur essendo abbastanza grande, è molto comodo da girare a piedi, esiste un ottima rete metropolitana che con tre linee arriva in ogni punto della città. Si trovano poi tantissime bici da noleggiare, le piste ciclabili sono ovunque, e bisogna anche stare attenti a non essere investiti dai ciclisti! Siamo stati molto fortunati perché abbiamo trovato una bellissima giornata di sole. 

Ci aspetta un lungo tragitto di ritorno verso Kolding, ci fermiamo a fare la spesa e recuperiamo la cena che consumeremo poi in camera, sfiniti dopo questa giornata intensa.




Giorno 6: Odense e Helnaes Fyr

Dopo le fatiche del giorno precedente, oggi programma più tranquillo. Una passeggiata ad Odense, la città natale di Hans Christian Andersen, e una scampagnata in campagna con visita ad un piccolo ma affascinante faro a sud dell'isola di Fionia. Odense è una città a misura d'uomo, ricca di architetture storiche e moderne ben amalgamate tra loro. Meno caotica di Copenaghen, regala tanta serenità soprattutto nei bellissimi giardini vicini alla casa natale di Andersen. Abbiamo fatto shopping di libri di fiabe e abbiamo proseguito con l'itinerario di giornata, andando verso sud. Ci siamo goduti la campagna danese e abbiamo passeggiato sul lungomare adiacente il faro di Helnæs Fyr.



Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca

Vacanze in moto: Odense Danimarca


Vacanze in moto: Helnæs Fyr Danimarca

Vacanze in moto: Helnæs Fyr Danimarca

Vacanze in moto: Helnæs Fyr Danimarca

Vacanze in moto: Helnæs Fyr Danimarca

Vacanze in moto: Helnæs Fyr Danimarca



Giorno 7: da Kolding a Groninga

Con molto dispiacere abbiamo lasciato Kolding. Questa giornata è stata quasi completamente di viaggio, perché da Kolding abbiamo iniziato a spostarci verso l’Olanda attraversando la Germania (le autostrade sono gratuite, anche se spesso rallentate da traffico o cantieri; con itinerari e spostamenti da valutare sempre al momento, in base alle indicazioni del navigatore). Abbiamo deciso di dormire a Groninga. La città è interessante e offre un ottimo rapporto qualità/prezzo (cosa non scontata, visto la difficoltà di trovare un alloggio all’ultimo), inoltre è un buon punto di partenza per raggiungere le altre tappe prefissate. Abbiamo scelto l'Hotel Van dar Valk, ottima colazione, una camera confortevole, e annesso ristorante, che ci tornerà molto utile.  


Viaggio in moto: Groningen Olanda

Viaggio in moto: Groningen Olanda


Giorno 8: Lange Jaap e Zaanse Schans

Purtroppo, un piccolo imprevisto alla moto il giorno di ferragosto ci ha rubato mezza mattinata; il nostro itinerario si è così limitato ad una passeggiata sulla costa del Mare del Nord e alla visita al villaggio dei mulini. 

La giornata è nuvolosa e ogni tanto scende un po’ di debole pioggia, per la prima volta nel corso di tutta la nostra vacanza. Costeggiamo il mare fino a raggiungere il faro Lange Jaap. Il faro in quel momento non era visitabile, ma ciò non significa che non valga la pena andare a vederlo dall’esterno per una bella passeggiata sul lungomare. Abbiamo fatto diverse soste panoramiche e fotografiche per goderci la costa.


Vacanze in moto: Lange Jaap Olanda

Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Lange Jaap Olanda


 

Abbiamo quindi raggiunto Zaanse Schans, una piccola comunità di circa 40 case e una decina di mulini a vento affacciate sul fiume Zaan situata a Nord-est di Amsterdam. Preservato per mantenere viva la memoria del passato e per mostrare come si viveva in Olanda durante il periodo della rivoluzione industriale. All’interno dell’area c’è un percorso pedonale che permette di passare accanto ai mulini e ai vari negozi del villaggio. All’ingresso dello Zaanse Schans c’è un negozio con laboratorio con un enorme paio di zoccoli di legno dipinti con colori vivaci sulla parete esterna. È un interessante museo delle scarpe di legno dove ancora oggi gli zoccoli vengono prodotti a mano. Durante il giorno è possibile assistere alla realizzazione degli zoccoli. Abbiamo trascorso il pomeriggio passeggiando e ammirando questo tradizionale villaggio olandese, caratterizzato dalle tipiche case di legno verde con l’architettura tradizionale della zona. All’interno del villaggio si trovano non solo i mulini a vento, ma anche piccoli musei, negozi di souvenir, la fabbrica di zoccoli, un laboratorio di formaggio. Una delle botteghe più deliziose è la Bakery The Gecroonde Duyvekater dove si vendono gli utensili usati per la produzione di dolci e biscotti.  


Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda

Vacanze in moto: Zaanse Schans Olanda


Per chiudere la nostra giornata ceniamo in Hotel dove gustiamo la tipica cucina olandese, a base di zuppa e pesce. 

Viaggio in moto: Groningen Olanda

Viaggio in moto: Groningen Olanda

Viaggio in moto: Groningen Olanda

Viaggio in moto: Groningen Olanda



Giorno 9: Groninga

La mattina successiva ci svegliamo e andiamo a fare colazione, circondati dal profumo caldo di una buona tazza di the e dei mini croissant davvero molto buoni, che riempiamo con la marmellata di arance. Ho apprezzato tantissimo il miele naturale messo a disposizione dall'albergo, che mettevo sia sul the che sullo yogurt. 


Claudia Mazzaro

Groninga


Il secondo giorno in Olanda lo abbiamo dedicato alla scoperta della città di Groninga, città piena di giovani per la presenza di una rinomata università. Città sempre animata, di giorno e di notte, una città piccola ma molto bella e caratteristica, con testimonianze artistiche e architettoniche delle varie epoche storiche. Sufficientemente piccola da poter essere visitata in una giornata, il centro storico è chiuso al traffico, ed è molto piacevole fare delle belle camminate a piedi tra i vicoli dei quartieri, dovendosi preoccupare soltanto delle numerose biciclette... abbiamo visto più bici che persone! Abbiamo fatto una bella passeggiata per il centro storico, gli edifici e gli angoli caratteristici sono numerosi, ognuno racconta un pezzo di storia della città. 


Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda



La torre Martini: salire sulla Martinitoren è un esperienza affascinante, abbiamo conquistato la vetta salendo i gradini a spirale che piano piano diventano sempre più stretti, fino alla cima. Dalla torre è possibile osservare tutta la città. Un mix interessante di storia e modernità. Questa torre ospita inoltre un carillon che è considerato uno dei più belli d’Europa. nelle vicinanze si trova l'edifico del Forum di Groningen, nuovissima struttura dalla forma particolare, centro culturale con una biblioteca e cinema. 


Martinitoren Groningen

Martinitoren Groningen

Claudia Mazzaro

Martinitoren Groningen

Martinitoren Groningen

Martinitoren Groningen

Groningen

Martinitoren Groningen

Groninga



Groninger Museum: il museo si trova in zona stazione. Una struttura moderna e colorata in mezzo ad un canale, collegata con due ponticelli. Ospita mostre di design, arte moderna e contemporanea. 


Vacanze in moto: Groninga Olanda


Prinsentuin: è un giardino rinascimentale che si trova nel centro di Groninga. È composto da un roseto, un giardino delle erbe aromatiche è magnifici corridoi di fogliame intrecciato; ricordano come i principi trascorrevano i pomeriggi al sole. Abbiamo passeggiato tra le piante, ci si può anche sedere su una delle tante panchine. 


Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda

Vacanze in moto: Groninga Olanda


Reit die Phaven: abbiamo concluso questa giornata a Groninga passeggiando in questo moderno quartiere di Groninga, costruito da una serie di casette in legno colorate che si affacciano su un piccolo porto. 


Claudia Mazzaro

Vacanze in moto: Groninga Olanda


Anche questa giornata è arrivata alla fine. Ceniamo al ristorante dell'albergo e ci poi prepariamo al rientro, perché questo era il nostro ultimo giorno di vera vacanza. È ora di rientrare… di preparare le valigie… e domani con tanto dispiacere si torna a casa ! 


Giorno 10 e 11: Groninga - Norimberga - Padova

Rientriamo a casa percorrendo di nuovo le grandi autostrade Autobahn tedesche. Siamo stanchi me felici, abbiamo tanti ricordi di questa vacanza in moto: paesaggi, luoghi, le vette delle città, i canali, i fari, i mulini a vento... ma soprattutto lo sguardo sull'orizzonte del Mare del Nord. Ci fermiamo per la notte a Norimberga, nello stesso albergo dell'andata. Ripartiamo con calma il giorno successivo per rientrare a casa, incontrando un po' di pioggia al Brennero. 

Il sole scende e si avvicina il tramonto. Arriviamo a casa e all'orizzonte ci fanno compagnia le sagome dei Colli Euganei, che si stagliano nel cielo della sera. 


Viaggio in moto

colli eugenie


Viaggiare in moto: una vacanza particolare

Una vacanza in moto durata 11 giorni, durante i quali abbiamo percorso più di 5000 km. Un viaggio faticoso ma ricco di soddisfazioni, ricordi, panorami. La possibilità di spostarsi ovunque in libertà, guardarsi attorno e avere il vento in faccia, mentre si sente cambiare la temperatura dell'aria nelle diverse ore del giorno, così come i profumi intorno a te quando ti sposti da un luogo all'altro. La necessità di preparare le valigie con solamente lo stretto necessario, nulla di più. L'unico piccolo spazio libero tra i bagagli, quello da riempire con piccoli oggetti raccolti durante il viaggio, da riportare a casa come ricordo. 


Vacanze in moto


Scrivetemi nei commenti domande o curiosità sulla mia vacanza in moto in Danimarca e Olanda, attraversando la Germania, oppure seguitemi su Instagram e contattatemi con un messaggio.


Commenti

I miei post più letti: